Shopping compulsivo

Elemento fondamentale è rappresentato dalla frequente preoccupazione o impulso a comprare, esperiti come irresistibili, intrusivi o insensati; comprare frequentemente al di sopra delle proprie possibilità, spesso oggetti inutili (o di cui non si ha bisogno) per un periodo di tempo più lungo di quello stabilito.

La preoccupazione, l’impulso o l’atto del comprare causano stress marcato, fanno consumare tempo, interferiscono significativamente con il funzionamento sociale e lavorativo o determinano problemi finanziari (indebitamento o bancarotta). Il comprare in maniera eccessiva non si presenta esclusivamente durante i periodi di mania o ipomania.

Le caratteristiche fondamentali sono:

– sensazione di impossibilità di resistere all’impulso di mettere in atto il comportamento (compulsività);
– sensazione crescente di tensione che precede immediatamente l’inizio del comportamento (craving);
– piacere o sollievo durante la messa in atto del comportamento;
– percezione di perdita di controllo;
– persistenza del comportamento nonostante la sua associazione con conseguenze negative.

Liberarsi dalla dipendenza da shopping si può, come da ogni altra forma di dipendenza, con una psicoterapia che tenga sotto controllo i comportamenti problematici e li riduca nel tempo fino a farli scomparire, attraverso la comprensione dei significati soggettivi e molteplici del sintomo, tentativo disadattivo di dar voce a un profondo malessere.