Disturbi dell’umore e Depressione

 Disturbi dell’umore

Distingue tra episodi di alterazione dell’umore e disturbi dell’umore, a loro volta suddivisi in disturbi depressivi e disturbi bipolari.

Episodi di alterazione dell’umore

Episodio depressivo maggiore

Il soggetto si sente depresso per la maggior parte del giorno. Egli sente dentro di sé un vuoto che lo rende triste.

Quasi ogni giorno il soggetto si sente demotivato e non prova interesse o piacere per qualsiasi tipo di attività.

La persona può aumentare o diminuire di peso senza cause specifiche. Il rapporto con il cibo e il sonno appare alterato, può mangiare o dormire eccessivamente o scarsamente, mostra affaticamento o mancanza di energia, diminuita capacità di concentrazione e di pensiero, sono presenti frequenti pensieri relativi al tema della morte.

Questo disturbo crea una compromissione di aree importanti del funzionamento globale, non è la conseguenza immediata di un lutto.

Episodio maniacale

Si nota un senso di grandiosità.

Egli si mostra eccessivamente loquace e avverte un diminuito bisogno di dormire.

Si può constatare un aumento della sua attività sociale, lavorativa, scolastica o sessuale o delle attività ludiche con conseguenze dannose.

Non riesce a focalizzare l’attenzione ma viene continuamente distratto da stimoli irrilevanti e spesso non pertinenti. Non riesce a mettere ordini nei suoi pensieri.

Determina una compromissione nelle aree di funzionamento, talvolta richiede l’ospedalizzazione per riparare o prevenire azioni pericolose del soggetto contro se stesso o gli altri.

 Disturbi dell’umore

I disturbi dell’umore si distinguono in disturbi depressivi unipolari e in disturbi bipolari.


Disturbi Depressivi Unipolari
: mancanza di episodi maniacali.

Il soggetto può soffrire di insonnia o ipersonnia, di scarso appetito o iperfagia.

Ha una bassa autostima ed è affetto anche da sentimenti di disperazione.

I sintomi determinano un grave disagio o danneggiano aree di funzionamento globale.

Disturbo Depressivo Maggiore

Disturbo distimico

È   costituito da due o più episodi depressivi maggiori.Gli   episodi possono non alterare il funzionamento abituale dell’individuo. È caratterizzato da sintomi depressivi cronici meno   gravi, ma presenti da diversi anni.I sintomi determinano un grave disagio al   funzionamento sociale e lavorativo.

 

Disturbi Bipolari: presenza sia di maniacalità che di depressione.

I sintomi determinano un grave disagio o danneggiano aree di funzionamento globale.

Nel bambino

L’episodio depressivo del bambino: L’episodio depressivo del bambino di solito fa seguito a un evento che significato di perdita o di lutto (separazione dei genitori, morte di un nonno, di un parente, ma anche morte di un animale domestico, trasferimento di un compagno…).

In questi casi il comportamento del bambino appare chiaramente modificato; si possono osservare il rallentamento psicomotorio e l’inibizione motoria caratterizzati da un aspetto quasi da “piccolo adulto”, il bambino viene descritto docile e persino “troppo docile”.