Psicoterapia individuale dell’adulto

Psicoterapia individuale ad indirizzo psicodinamico

E’ psicoterapia quanto di utile può derivare al soggetto, per la soluzione dei propri problemi e la scomparsa dei propri disturbi, dall’incontro con un’altra persona o con più persone che abbiano titolo per farlo. Obiettivi della psicoterapia sono il cambiamento personale ed il miglioramento della qualità delle relazioni. Esistono elementi comuni presenti in ogni forma di terapia.Il primo aspetto riguarda la possibilità che una persona riconosca l’esistenza di un problema o di una difficoltà e decida di chiedere aiuto. Il secondo aspetto, la sintomatologia, può essere costituita da elementi molto ben definiti oppure da situazioni generalizzate. E’ ovvio che su tali condizioni si soffermi l’attenzione del paziente poiché queste costituiscono occasione di limitazione alla propria vita. Il terzo aspetto è costituito dal fatto che una psicoterapia si svolge sempre sulla base di una relazione interumana. Il processo di ristruttutazione terapeutica in una persona che avverte una qualche forma di disagio avviene utilizzando il rapporto che si stabilisce con il terapeuta.La terapia individuale è infatti una terapia psicologica ricostruttiva, che non mira tanto al riadattamento, quanto alla ricostruzione della personalità attraverso la ricognizione delle sue istanze inconsce ed una progressiva maturazione affettiva resa possibile dall’acquisita conoscenza di sé. Lo scopo del trattamento psicoterapico non è tanto dunque solo  la cura del sintomo, quanto piuttosto la possibilità di ottenere il più alto grado di ristrutturazione del sè. Il fine della psicoterapia è quello del raggiungimento di uno “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia” . I disagi psicologici delle persone adulte possono essere  affrontati per ridurli ed è’ noto che il loro riconoscimento (spesso realizzato durante il lavoro psicoterapico) permette quasi sempre di constatare che queste sofferenze hanno un’origine ed una storia, e che sono generate condizionate da relazioni ed esperienze precedenti che non hanno potuto sviluppare determinati aspetti della mente, penalizzando perciò importanti settori dello sviluppo psicologico di una persona .In una condizione di relativa tranquillità (regolarità degli incontri, condizione di rilassamento, frequenze certe), ma soprattutto all’interno di un inderogabile clima empatico, si possono realizzare varie possibilità come:

•           ridurre gradualmente sintomi di malessere psicologico

•           scoprire (o riscoprire) modalità di funzionamento del proprio mondo interiore

•           comprendere maggiormente le risorse mentali altrui

•           utilizzare al meglio le proprie risorse personali

•           trovare le ragioni per un comportamento personale più flessibile

•           attivare sentimenti di coerenza e consistenza personale

•           organizzare in modo più soddisfacente i propri affetti e relazioni